Green Room

Il nichilismo sotto forma di film.

Un gruppo punk che ruba la benzina per fare la turnè, un gruppetto neofascista tipo Casa Pound redneck, un leader low profile e dei mastini dal cuore d’oro.

La recensione potrebbe facilmente finire qui e sareste comunque obbligati a guardare questo nichilista e paradossale film di Jeremy Saulnier. Green Room è tutto quello che ci diverte e tutto quello che ci orrorizza.

Gli Ain’t Right sono un gruppo punk alla ricerca di concerti per avere qualche spicciolo. Quando, inaspettatamente, sono testimoni di un omicidio, vengono presi come ostaggi dai temibili artefici.

Ed ecco che inizia la festa. Con un cast all’altezza della situazione (il povero Anton Yelchin era un ottimo attore, che Dio l’abbia in gloria), una fotografia di primo ordine sotto l’attenta direzione di Sean Porter e un ritmo che non da tregua allo spettatore, Green Room è, magicamente, un film di culto.

green-room

Se in Blue Ruin (2013) la poesia conviveva con la vendetta in questa Green Room non c’è spazio per il sentimentalismo e l’empatia.

Il terzo film di Saulnier è un fantastico esercizio di serie B, dove non c’è bisogno di conoscere i personaggi (per piacere, chi non empatizza con una simpatica band punk contro dei neonazi dal cervello nocciolina?) per decidere da che parte stare.

Abbiamo un bosco, un locale losco pieno di KKK, croci celtiche e SS alle pareti e un gruppo di giovani americani amanti della musica.

Se poi c’è anche spazio per dei mastini assettati di sangue e qualche sprazzo di black humor…beh, non si può fare altro che raccomandare questa pellicola.

Vi ricordate di Straw Dogs? Il film di Peckinpah ha sicuramente ispirato al regista classe 1977. Trappole mortali, gente ignorante e violenza a go go.

Mi raccomando, ricordatevi di non pensare troppo, qui regna la velocità, non esiste la pietà. Un film secco e degno, un film che non deve dare troppe spiegazioni, consapevole di quello che sta facendo. Green Room è il nichilismo sotto forma di film.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *